Visita del Papa a Genova

by administrator on 30 maggio 2017

IMG_0971 Sabato 27 Maggio in occasione della Visita del Papa a Genova una delegazione di dipendenti e collaboratori di Progetti e Costruzioni ha partecipato all’incontro con il mondo del lavoro nello stabilimento ILVA.

Nel grande spazio dell’Ilva di Cornigliano la voce di Papa Francesco ha stigmatizzato duramente gli imprenditori che «licenziano i dipendenti per risolvere i problemi» economici delle loro aziende. «Gli imprenditori onesti e i lavoratori stiano attenti con gli speculatori e anche con le leggi che qualche volta li favoriscono», ha avvertito anche il Papa. Ed ha aggiunto: «Non c’è buona economia se non ci sono buoni imprenditori che hanno responsabilità per le persone e per l’ambiente». «Qualche volta il sistema politico sembra incoraggiare chi specula sul lavoro e non chi investe e crede nel lavoro. Perché? Perché crea burocrazia e controlli partendo dall’ipotesi che gli attori dell’economia siano speculatori, e così chi non lo è, è svantaggiato, chi invece lo è, trova i mezzi per eludere i controlli». Lo ha detto il Papa parlando all’Ilva. «Si sa che i regolamenti e le leggi pensati per i disonesti finiscono per penalizzare gli onesti».

IMG_0998Il Papa ha invocato «Lavoro per tutti» e per rimarcare il suo appello ha richiamato l’articolo 1 della Costituzione italiana: «Il lavoro è amico dell’uomo e l’uomo è amico del lavoro e per questo non è facile conoscerlo come nemico perchè si presenta come persona di casa anche quando ci colpisce e ci ferisce. Uomini e donne si nutrono con il lavoro, col lavoro sono unti da dignità. Per questa ragione attorno al lavoro si edifica il patto sociale perchè quando non si lavora o si lavoro poco, male, o troppo è la democrazia che entra in crisi. È tutto il patto sociale anche questo è il senso dell’art. 1 della Costituzione italiana che è molto bello: `L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro´». «Possiamo dire – ha scandito il Papa – che togliere il lavoro alla gente o sfruttare la gente con il lavoro indegno o malpagato è anticostituzionale. Se non fosse fondata sul lavoro, l’Italia non sarebbe una democrazia».

Vedi tutto
administratorVisita del Papa a Genova